Risi

Dopo il grano, il riso è il cereale più consumato nel mondo. Più della metà della popolazione mondiale infatti, si nutre di riso. Circa il 90% della produzione è concentrata in Oriente e sono moltissime le varietà, raggruppate in base alla tipologia del chicco. Dall'Oriente in Europa all'inizio del VIII secolo grazie agli arabi, che lo portarono in Sicilia intorno al secolo XI. Ma è il secolo dopo, ad affermare definitivamente il consumo di riso a causa delle grandi carestie, guerre ed epidemie di quel tempo. Le prime testimonianze di risaie italiane, create da Ludovico il Moro con l'aiuto di suo fratello Galeazzo Sforza, si ritrovano in Lombardia e Piemonte e risalgono alla fine del XV secolo. Con il passare dei secoli, il riso italiano divenne una vera e propria istituzione culinaria, la cui economia venne successivamente sviluppata e valorizzata da Camillo Benso Conte di Cavour. Rustichella d’Abruzzo ha scelto e riproposto per voi le varietà più pregiate e selezionate di riso italiano, quali Carnaroli, Arborio e Vialone Nano.

Carnaroli 1 kg

Il riso Carnaroli nasce nel 1945 dall'incrocio del riso Vialone e del Lencino, che come il Vialone ha un chicco non piccolo, ma di forma allungata. Il riso Carnaroli può essere considerato il riso qualitativamente migliore di tutte le varietà di riso e per molti aspetti rappresenta l'eccellenza tra tutte le varietà italiane. L'amido del riso Carnaroli è il più ricco di amilosio, sostanza che contribuisce a rendere consistente il chicco mantenendosi sempre al dente. Le sue ineguagliabili attitudini gastronomiche risiedono nell'ottima capacità di assorbimento degli aromi e dei condimenti e nell'equilibrato rilascio di amido durante la cottura che permette di amalgamare ed esaltare i sapori ed i cibi più diversi, adatto quindi anche alla preparazione di ricche insalate e gustosi timballi. Tempo di cottura: 15-16 minuti.

Arborio 1 kg

Appartenente alla categoria del riso superfino, il riso Arborio nasce nel 1946 dall'incrocio tra il riso Vialone e il riso Lady Wright. È un riso dai chicchi ben consistenti e di forma allungata, più grandi non solo rispetto al riso italiano ma anche rispetto a quello prodotto in tutto il mondo. L'Arborio è una delle varietà che viene coltivata particolarmente nella valle del Po, perché ben si adatta alle condizioni climatiche della zona soprattutto nel caso di territori argillosi e alluvionali. Il "look" è inconfondibile grazie ai sui chicchi grandi e perlati e alla sua resa elevata. Durante la preparazione i granelli cuociono perfettamente ed in modo uniforme mantenendo al dente il nucleo centrale ricco di amido e garantendo sempre un'ottima mantecatura. Tempo di cottura: 13-15 minuti.

Vialone Nano 1 kg

Orgoglio e passione della pianura padana, il Vialone Nano è una varietà di riso italiano a Indicazione Geografica Protetta tipico della "bassa veronese" che ha come caratteristica quella di essere coltivato in aree irrigate con acqua pura di risorgiva. È la varietà di riso più antica tra quelle ottenute per ibridazione, quasi il capostipite dei risi italiani. Si tratta di un riso con un chicco tondo e di grandezza media lunga, circa 5/6 millimetri, il più adatto per la preparazione di raffinati risotti in virtù della sua elevata tenuta in cottura e della capacità straordinaria di assorbire i condimenti. Estremamente versatile in cucina, è anche consigliato per la preparazione di minestroni, minestre in brodo, crocchette di riso o arancini. Tempo di cottura: 14-16 minuti.

TOP
Rustichella d'Abruzzo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close