Zafferano dell'Aquila D.O.P.

La tradizione dello Zafferano in Abruzzo risale fino all’epoca romana, dove viene citato lo zafferano nell’opera “le metamorfosi” di Ovidio, scrittore e poeta dell’antica Roma nato a Sulmona nel 43 a.C. Durante l’impero romano, il lago del Fucino fu scelto come meta vacanziera dai Nobili Romani, e il microclima mite che circondava l’area permetteva le coltivazioni di grano, olivi e zafferano. Dunque , in questo periodo l’utilizzo di zafferano diviene sinonimo di lusso, esso viene utilizzato per profumare i templi durante le cerimonie religiose, ma anche per realizzare filtri d’amore poiché è considerato afrodisiaco. Nell’anno 1000, questa coltivazione cade in disuso. Agli inizi del 1300 lo zafferano diventa un’importante fonte di ricchezza per l’Aquila e i territori limitrofi, assai estesa era la superficie di suolo a zafferano, soprattutto nell’area della sua provincia. Le qualità migliori e pregiate si trovano nei comuni di San Demetrio dei Vestini, Magliano nella Marsica e Sulmona. La città dell’Aquila diventò il centro del commercio di tutto l’Abruzzo regolandone la vendita con norme e statuti. Attualmente la zona di produzione dello zafferano D.O.P. è collocata nella piana di Navelli, dove si è costituito il consorzio di tutela dello Zafferano di L’Aquila. Rustichella d’Abruzzo è orgogliosa di raggiungere con questo “oro rosso” i suoi estimatori in tutto il mondo. Da un fiore viola proviene il profumo accattivante dei suoi stimmi.

Zafferano dell'Aquila D.O.P. 1 g

Rustichella d’Abruzzo, impegnata nell’opera continua di valorizzare i prodotti di qualità del territorio, ha iniziato la produzione diretta dello zafferano, in collaborazione con un esperto coltivatore della zona di produzione dello Zafferano dell’Aquila, a San Pio delle Camere. Una specialità del territorio color rosso porpora, che per le sue fortune e l’apprezzamento è anche noto come l’Oro Vermiglio, dai sapori, colori e profumi particolari perché di giornata e raccolto all’alba, selezionato a mano ed essiccato con brace di mandorlo e di quercia.

TOP
RUSTICHELLA D'ABRUZZO

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi